Comitato Cooperative Fonte Ostiense

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

CENTRO CULTURALE ELSA MORANTE DA 1 ANNO INESORABILMENTE CHIUSO

E-mail Stampa PDF

alt

 

LE STRADE DEL QUARTIERE

E-mail Stampa PDF

alt

 

Buche nelle strade articolo RomaToday

E-mail Stampa PDF

Ghiaccio e neve aprono crateri nelle strade senza manutenzione del Municipio IX

 

Eur / Laurentina / Viale Stefano Gradi

Ghiaccio e neve aprono crateri nelle strade senza manutenzione del Municipio IX

Ancora senza bando per la manutenzione stradale

 Fabio Grilli

27 febbraio 2018 13:48

Le strade del Municipoi IX sono martoriate. All'assenza di manutenzione si sono aggiunte le conseguenze causate dal ghiaccio e dalla nevicata del 26 febbraio. Le condizioni del manto stradale appaiono pertanto proibitive. Ed i continui provvedimenti firmati dal Comandante della Polizia Locale, non fanno che confermarlo. 

La classaction

Il numero di vie che sono state limitate a 30 chilometri orari, non si contano più. Nel frattempo l'appalto scaduto il 31 dicembre non è stato prorogato. Nè tantomeno è stato pubblicato un nuovo bando. Le spese di questa inerzia vengono pagate interamente dai residenti. Al punto che, l'opposizione municipale, aveva anche annunciato una classaction per chiedere il risarcimento dai danni subiti.

Decine di buche

"Via Marinetti è ormai devastata, sembra che abbia subito un bombardamento aereo" fa notare Maurizio Filipponi, del Consiglio di Quartiere Laurentino Fonte Ostiense. Sui social network invece si susseguono le segnalazioni dei cittadini che sono rimasti vittime delle buche apertesi prima e dopo la nevicata. In via Stefano Gradi, non basta nemmeno limitare la velocità ai 30 chilometri orari. Come ha testimoniato una residente sulla pagina facebook di Fonte Meravigliosa, dove ha postato le immagini di "una buca immensa" e del pneumatico che na ha pagato le conseguenze. Anche a Vitinia la situazione non è ottimale. "In via Sarsina ed in via Sant'Arcangelo di Romagna si sono aperte decine di buche profonde e di notte – sottolinea Mario Pericolini, presidente del Comitato di Quartiere – è impossibile notarle. Con tutte le ripercussioni che si possono intuire sul piano della sicurezza".

Cosa fare

Intanto nel Municipio IX, l'opposizione ha predisposto una nuova iniziativa. Dopo la proposta avanzata dal capogruppo di Forza Italia d'istituire una classaction, arriva l'interrogazione del Partito Democratico. "Vogliamo sapere dal presidente d'Innocenti e dall'assessore competente, come si pensa di gestire l'attuale emergenza buche. Il manto stradale – fa notare il consigliere Manuel Gagliardi – era già logoro prima, ora si sta definitivamente ammalorando. La maggioranza pensa quindi di far ricorso allo strumento dellesomme urgenze oppure si continua ad aspettare l'espletamento delle gare per la manuntezione stradale?". L'attesa non migliora le condizioni dell'asfalto. L'assenza d'intervento, neppure.

 

Rami caduti articolo di RomaToday

E-mail Stampa PDF

Alberi, la nevicata mette a nudo la manutenzione del Campidoglio: i monitoraggi non bastano

Laurentina / Via Francesco Sapori

Alberi, la nevicata mette a nudo la manutenzione del Campidoglio: i monitoraggi non bastano

Le immagini dei rami caduti ed i numeri dei monitoraggi effettuati

Fabio Grilli

27 febbraio 2018 12:19

La nevicata di lunedì 26 febbraio ha regalato splendide cartoline di una Roma imbiancata. Ma ha provocato anche forti disagi, per l'apertura di voragini e, non meno importante,  per la caduta di numerosi rami crollati sulle auto in sosta, sulle piste ciclopedonali e sulle panchine.

Dove sono caduti i rami

Da San Paolo a Cinecittà Est, passando per Laurentino Fonte Ostiense, le grandi alberature hanno ceduto sotto i fiocchi di neve. Anche a Mostacciano, dov'era partito il monitoraggio degli alberi d'alto fusto, si sono verificati dei disagi. Via Mendozza si è confermata il tallone d'Achille del quartiere. Ed anche in questa circostanza, nonostante i controlli già effettuati dal Servizio Giardini, alcuni pini non hanno retto al peso della neve.

Il numeri del monitoraggio

"Secondo i dati comunicati dal Dipartimento Tutela Ambiente, al 31 dicembre nel Municipio IX erano statecensite 4150 piante" spiega Fabio Cavataio (FdI). L'attivista di Fratelli d'Italia ha recentemente ottenuto l'accesso agli atti sui monitoraggi eseguiti nel 2017. "Gli alberi che sono stati potati, risultano invece essere stati 303. Ma a fronte di questi numeri, com'è possibile che siano caduti a terra così tanti rami con questa nevicata? A mio avviso è evidente che, a fronte dei 3 milioni e mezzo annunciati a luglio, i 407mila euro utilizzati nel Municipio 9 non hanno portato assolutamente i risultati attesi in termini di sicurezza". Le immagini dei rami caduti sulle panchine del Laurentino, tendono a confermare la sensazione dell'attivista. 

La manutenzione ordinaria

Rami sono caduti anche a San Paolo dove, negli ultimi giorni, è stata intensa l'attività del Servizio Giardini. Ma in quel caso si tratta di potature, alcune molto discutibili, e tagli che sono stati effettuati a prescindere dal progetto annunciato a luglio dall'Assessora Montanari. La forte nevicata, potrebbe però fornire un alibi. Così non è per il portavoce romano dei Verdi. "Come sempre accade, l'evento meteo eccezionale giustifica ogni disservizio, bus fermi, treni in ritardo, ma non giustifica gli alberi – sottolinea Guglielmo Calcerano – al contrario dimostra che gli alberi non vanno semplicemetne abbattuti, ma al contrario occorre prendersene cura, con continuità. Serve cioè garantirne la manutenzione ordinaria. Invece il Servizio Giardini e le ditte vincitrici del bando di monitoraggio del 2015 non hanno neppure mandato qualcuno a scrollare con uno scopettone i rami carichi di neve. Bastava poco, ma serviva che qualcuno tra Assessorato e Dipartimento ambiente si fosse almeno posto il problema".

Prevenzione sicurezza e viabilità

Le conseguenze, sono poi state pagate anche sul piano della viabilità. Come ricordato da Salvatore Vivace,  assessore ai lavori pubblici del Municipio VII "abbiamo dovuto chiudere via Marchisio a Cinecittà est ed alcuni tratti di via Appia Nuova, all'altezza di piazza re di Roma e, procedendo fuori Roma, verso l'autocentro Balduina. Disagi necessari per garantire la sicurezza dei cittadini" ha aggiunto l'assessore. La sicurezza va garantita anche con la prevenzione,obiettivo probabilmente cullato dal progetto di monitoraggio già avviato. I cui esiti tuttavia non si sono mostrati in linea con le aspettative.

 

COMUNICATO

E-mail Stampa PDF

alt

 


JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Calendario Eventi

<<  Dicembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

avviso conguaglio

 

Links

Joomla Slide Menu by DART Creations

Login

Visite da Gennaio 2007